Maggio 22, 2020

Mailing: inviare email personalizzate per fidelizzare il cliente

Tempo di lettura 9 min

La parola mailing indica la spedizione di massa di informazioni pubblicitarie via posta o via posta elettronica. Originariamente riservato alle lettere promozionali fisiche, il termine si applica oggi anche alla posta diretta fisica e a quella elettronica (emailing).

Un messaggio, un’offerta personalizzata nella buca delle lettere o nella casella di posta elettronica: siamo tutti abituati a ricevere “mailing”, sia fisiche che elettroniche. Utilizzate nelle attività di prospezione, la lettera pubblicitaria e l’email pubblicitaria vengono utilizzate per la fidelizzazione del cliente a un marchio.

A tal proposito, qual è la differenza tra mailing e email? Il concetto di base è lo stesso: si tratta di inviare messaggi promozionali a potenziali clienti o clienti. Il termine emailing è utilizzato specificamente quando si parla di direct mail elettronica (email), mentre il termine “mailing” si applica più in generale all’invio di massa di lettere promozionali per corrispondenza.

Sendinblue facilita l’invio di email a più destinatari (email massive), consentendo al contempo una personalizzazione ottimale per ciascun destinatario. Fai sentire i tuoi contatti unici, provalo ora!

Potenzia il tuo business con l’email marketing!

Non è necessario avere conoscenze tecniche o di informatica, con Sendinblue puoi creare le tue newsletter in pochi clic.

 

Vantaggi, esempi e buone pratiche di mailing: leggendo questa guida completa troverai tutto quello che c’è da sapere.

Perchè il mailing è fondamentale

Mailing e emailing fanno parte di ciò che chiamiamo direct marketing (marketing diretto).

Come suggerisce il nome, ci si rivolge direttamente al proprio pubblico, ai potenziali clienti e ai clienti: i messaggi inviati sono personalizzati.

Il messaggio inviato contiene generalmente il cognome e/o il nome del destinatario, nonché un’offerta personalizzata basata sull’interesse mostrato da questa persona per un prodotto o servizio.

Gli obiettivi di mailing e emailing sono molteplici: aumentare la visibilità con i potenziali clienti, convertirli in clienti e fidelizzarli.

Il ROI dell’email è stimato al 3800%: oggi è quindi un canale di promozione essenziale per i brand.

Il direct marketing si abbina molto bene ad altre strategie di marketing come le pubblicità su Facebook o il retargeting.

Esempi di mailing per la fidelizzazione del cliente

La posta è regolarmente invitata nelle nostre caselle di posta o cassette postali: per ispirarti ecco alcuni esempi.

Esempio di mailing n. 1: Yves Rocher

Yves Rocher è una società di cosmetici francese molto conosciuta.

Una delle chiavi del suo successo risiede nell’inviare spesso lettere postali per corrispondenza ai propri clienti. L’obiettivo? Attirare i clienti in negozio, per effettuate le vendite e fidelizzarli.

Compleanni, feste, promozioni: tutte le scuse sono buone per l’invio di un coupon che verrà quindi presentato una volta arrivati in negozio.

Il marchio rende la sua posta allettante includendo gadget alle offerte promozionali o inserendo delle sezioni da grattare per visualizzare ulteriori sconti e regali.

L’incentivo ad andare al punto vendita è forte ed efficace.

Esempio di mailing #2 : Flying Angels

Come numerose associazioni no profit e onlus, Flying Angels  invia regolarmente delle mailing per corrispondenza per raccogliere dei doni.

Queste lettere sono indirizzate a persone che potrebbero (ri) fare una donazione, in una logica di prospect e fedeltà.

Accompagnata da un regalo (una calcolatrice) che sprona i donatori “a moltiplicare il loro sostegno”, la busta conteneva anche una lettera esplicativa. Questa operazione è stata inoltre accompagnata da promemoria telefonici.

Esempio di emailing #3 : Evaneos

Evaneos è una piattaforma di viaggi che ti permette di personalizzare il tuo viaggio nei minimi dettagli.

Durante il periodo incerto del Covid19 hanno creato una campagna email per incitare i propri utenti a continuare a pensare e progettare le prossime vacanze ricorrendo ai consigli dei loro agenti.

Per sottolineare l’utilità del loro servizio e dare risalto al proprio coinvolgimento, la marca suggerisce dei webinar che permettono di continuare a sognare e programmare la vacanza dei propri sogni anche da casa.

Si tratta di una campagna di fidelizzazione, destinata alle persone che amano viaggiare e che hanno già usato la loro piattaforma.

I 5 ingredienti per un mailing di qualità

1 – Avere una mailing list di qualità

La base della mailing e dell’emailing è avere una mailing list di qualità!

Sia che tu scelga di inviare le tue campagne online o su carta (o entrambi!), avrai bisogno delle giuste informazioni sulla tua audience.

Se le persone che desideri raggiungere sono già tuoi clienti, probabilmente avrai già le loro informazioni come la loro email e o il loro indirizzo fisico. In caso contrario, ci sono vari modi per ottenere queste informazioni, per esempio in cambio di un white paper o all’accesso a contenuti che possono interessarli.

La linea di fondo è che devi prenderti cura della tua mailing list: assicurati di non avere duplicati, indirizzi email errati o inattivi e, soprattutto, avere solo i contatti delle persone che sono realmente interessate.

Inoltre, più informazioni pertinenti hai sui tuoi contatti, più sarai in grado di personalizzare le tue spedizioni in base alle loro preferenze. Questa è la chiave per una campagna di successo!

Vuoi creare una lista contatti conforma al GDPR? – Se hai un database contatti o vuoi crearne uno conforme al nuovo regolamento europeo leggi l’articolo:

2 – Ottenere il consenso al trattamento dei dati personali dei tuoi destinatari (GDPR)

L’aspetto legale, quando si inviano delle comunicazioni di massa, non deve essere trascurato.

Dall’entrata in vigore del GDPR a livello europeo, è obbligatorio ottenere il consenso dei destinatari delle comunicazioni sia via posta che per le email b2c.

I destinatari devono aver esplicitamente dato la loro autorizzazione alla tua azienda per la raccolta e l’uso dei loro dati personali (come la loro email e indirizzo fisico).

Se lavori solo con professionisti (b2b), la situazione è diversa; ma se il tuo obiettivo sono le singole persone e non rispetti il regolamento, potresti incorrere a multe salate (!)

Voglio creare gratis la mia prima campagna email >>

3 – Usare un nome mittente facile da riconoscere

Che tu stia inviando una lettera o un’email la situazione è la stessa: hai solo pochi secondi per attirare l’attenzione del destinatario! In questo frangente chi riceve deve capire immediatamente chi sei e cosa stai facendo.

Troppo spesso le comunicazioni di direct marketing non sono abbastanza dirette. Scrivi chiaramente il nome della tua azienda, includi il tuo logo e usa la tua carta intestata per essere riconosciuto rapidamente.

Immagina di ricevere una lettera pubblicitaria da Coca-Cola: puoi facilmente intuire subito dai colori, il logo e il carattere utilizzato chi è che sta inviando quella lettera. Allo stesso modo devi provare a creare lo stesso riflesso nella mente del tuo cliente/potenziale cliente.

Essere identificabili in questo modo crea un rapporto di fiducia con i destinatari, che in futuro potrebbero riconoscere i tuoi messaggi.

Soprattutto, una lettera, il cui oggetto e mittente non sono facilmente riconoscibili e sembrano poco affidabili, probabilmente finirà nel cestino, o nel suo equivalente digitale: la cartella spam!

4 – Personalizza le tue comunicazioni

Ognuno di noi ama sentirsi unico e speciale. È normale, è umano. Al contrario, non c’è niente di peggio del sentirsi uno tra tanti, invisibili tra la folla.

Includere informazioni come il nome e il cognome del destinatario nella tua lettera e nelle tue email è un modo semplice ed efficace per assicurarti di creare un rapporto di fiducia e personalizzato con ogni singolo cliente.

È come se stessi parlando direttamente con i tuoi clienti, usando le informazioni che hai su di loro.

Se invii campagne email con Sendinblue, puoi personalizzare automaticamente ciascuna email con contenuti dinamici specifici per ogni singolo destinatario.

5 – Includi una Call To Action chiara 

La Call to Action (CTA in italiano Invito all’Azione ) è un’incitazione a compiere un’azione che altro non è l’obiettivo della tua email: ad esempio, l’acquisto di un prodotto sul tuo e-commerce.

Questo invito all’azione assumerà spesso la forma di un link o di un pulsante con un testo esortativo del tipo “Lo voglio” o “Ne approfitto! “

Qual è il tuo obiettivo? Cosa vuoi che faccia il tuo potenziale cliente o cliente dopo aver ricevuto la tua email o lettera?

Potrebbe trattarsi di:

  • Iscrizione a un evento
  • Iscrizione alla newsletter
  • Acquisto di un prodotto o servizio
  • Prendere un appuntamento
  • Scaricare un white paper o un e-book

Le possibilità sono infinite e dipendono dal tuo core business! La cosa importante è avere un obiettivo chiaro e di includerlo in maniera semplice all’interno delle tue comunicazioni.

Ricapitolando

Il mailing è una tecnica che ti consente di attrarre e fidelizzare i tuoi potenziali clienti e clienti inviando notizie o offerte di vendita personalizzate: in formato cartaceo o online, la corrispondenza crea un collegamento tra il tuo pubblico e la tua attività.

Da tempo associato al direct mailing, oggi il emailing è diventato uno dei canali più importanti per la promozione online, in particolare grazie a piattaforme come Sendinblue che semplificano l’invio di campagne di massa consentendo una personalizzazione ottimale per ogni destinatario!

Vuoi provare a inviare email con una piattaforma semplice, intuitiva e affidabile? Scopri Sendinblue per inviare gratis fino a 9.000 email al mese!

Sei pronto a fare marketing senza stress?

Elimina lo stress dal tuo lavoro quotidiano grazie a una soluzione costruita per te!

Inizia gratuitamente